• Palazzo Marchetti

    P.zza Marchetti 2, Arco (Tn)

  • 30 settembre, ORE 20:45

  • Ingresso Libero


TASTEGGIO SOAVE

ore 20,45 - ingresso gratuito

Omaggio a Livia d'Arco con Bettina Hoffmann e Simone Vallerotonda

Dal suggerimento di Bellerofonte Castaldi nasce un dialogo ora soave ora acceso tra due strumenti tastati. Concerto d'apertura del festival con musiche di Bellerofonte Castaldi (circa 1581 - 1649), Orazio Bassani (1550-1615), Girolamo Kapsberger (circa 1580-1651), Jean de Sainte Colombe (circa 1640-circa 1700), August Kuehnel (1645–circa 1700), Robert de Viseé (circa 1650–1725), Marin Marais (1656-1728), Francesco Corbetta (1615–1681) e Johann Schenck (1660-dopo 1712).  Interpreti: Bettina Hoffmann - Viola da Gamba, Simone Vallerotonda - Liuto e Chitarra
Prima del concerto ci sarà una breve visita guidata all'edificio storico.
Prenotazione dei posti gratuita: prenotazioni@arcoantiqua.it
 
Sii orgoglioso di contribuire ai nostri prestigiosi eventi con una donazione

 


 


EARLY MUSIC DINNER

dalle ore 19.00 alle 20.30

Cena d'apertura della rassegna

Buffet di gala nelle splendide sale del piano superiore di Palazzo Marchetti, normalmente chiuse al pubblico.
 
Freddo:
Tartare di carne salada con scarola e miele 
Bocconcini di zucchine peperoni e casolet carciofo gratinato con ricotta affumicata
Cestino di patate e salmone gratinato da noi
Polpettine di branzino con salsa pomodoro fresco
 
caldo:
Morbide di ricotta pomodoro e spinaci freschi
 
Acqua, prosecco millesimato extra-dry "Ornella Molon"
 
Euro 15,00
Prenotazione obbligatoria (posti limitati) entro 28/09/2016
+39 0464.517151; www.aicontiarco.it

 



PALAZZO MARCHETTI

Piazza Marchetti 2, Arco (Tn)

Sorto probabilmente fra il XV e il XVI secolo a ridosso dell’antica porta di San Pietro e di una torre che controllava l’ingresso principale della città come dimora dei conti d’Arco. Viene considerato uno dei più interessanti palazzi storici di Arco, sia per quanto riguarda la struttura architettonica sia per le decorazioni interne ed esterne. Curiosi i fumaioli di cotto visibili sul tetto; belli gli affreschi cinquecenteschi del sottogronda con soggetti ed episodi mitologici in parte opera di Dionisio Bonmartini. Il concerto si terrà nella sala superiore, normalmente chiusa al pubblico, sotto gli splendidi affreschi ascrivibili all’ambiente di Giulio Romano.

 


THANKS TO:

l'evento è realizzato in collaborazione con:

 

    

BETTINA HOFFMANN

Viola da gamba

Bettina Hoffmann è tedesca e vive a Firenze dove svolge una vivace attività come violista da gamba, violoncellista e musicologa. Diplomata in violoncello con Daniel Grosgurin alla Musikhochschule di Mannheim, si è perfezionata in viola da gamba sotto la guida di Wieland Kuijken. Si è laureata al Dipartimento Arte Musica Spettacolo dell'Università di Firenze. Come solista e con il suo ensemble Modo Antiquo ha dato concerti nei maggiori festival e teatri europei e americani (Theater an der Wien, Concertgebouw Amsterdam, Festival d‘Ambronay, Opera Rara Cracovia, International Music Week Izmir, Holland Festival Oude Muziek Utrecht, Tage Alter Musik Herne, Maggio Musicale Fiorentino, Amici della Musica di Firenze, Società del Quartetto di Milano, Festival van Vlaanderen, Ambraser Schloßkonzerte Innsbruck, Europäische Festwochen Passau, Regensburger Tage Alter Musik, Teatro Municipal Santiago de Chile, Festival di Beaune, Festival Cervantino Messico etc.). Tra la vasta produzione discografica (più di settanta CD per Deutsche Grammophon, Naïve, CPO, Amadeus, Opus 111, Dynamic, Brilliant Classic, Tactus e altri) sono da ricordare in particolare la silloge Idées grotesques dedicata a Marin Marais, pubblicato nel 2010 da Amadeus, l'incisione delle opere di Ortiz e Ganassi, il CD di suites per viola da gamba e basso continuo dagli Scherzi Musicali op. VI di Johann Schenck, e l’incisione completa delle opere per violoncello di Domenico Gabrielli. Ha diretto l’incisione integrale dei madrigali e delle arie di Girolamo Frescobaldi per la Frescobaldi edition di Brilliant classic. Nel 1997 e nel 2000, con due CD di Modo Antiquo, ha avuto la nomination ai Grammy Awards. È autrice del volume «La viola da gamba», pubblicato nel 2010 da L’Epos e tradotto in tedesco per Ortus Verlag, e del «Catalogo della musica solistica e cameristica per viola da gamba», uscito nel 2001 presso LIM. Ha scoperto ed edito l'unico trattato tedesco per viola da gamba conosciuto, la «Instruction oder eine anweisung auff der Violadigamba». Per il Bärenreiter-Verlag, l’Istituto Italiano Antonio Vivaldi e l’editore S.P.E.S. ha curato edizioni critiche e in facsimile delle opere per violoncello e per viola da gamba di Antonio Vivaldi e di Domenico Gabrielli. Ha edito e tradotto inoltre il trattato Regulae Concentuum Partiturae di Georg Muffat e ha pubblicato contributi in Recercare, RIdM, Studi Vivaldiani e altre riviste specializzate. Attualmente sta preprando un volume sugli strumenti ad arco bassi nella musica di Antonio Vivaldi che uscirà presso Olschki. Bettina Hoffmann è docente di viola da gamba e musica d’insieme antica al Conservatorio di Vicenza e alla Scuola di Musica di Fiesole. Dall’esperienza didattica nasce il suo metodo L’arte di suonare la viola da gamba, pubblicato nel 2010 da Carisch. Nel 2011 ha ideato la biennale «Giornata Italiana della Viola da Gamba», insignita con una medaglia dall'allora Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
 

SIMONE VALLEROTONDA

Tiorba e chitarra

Nato a Roma nel 1983 ha iniziato gli studi musicali sulla chitarra moderna. Affascinato dalla musica antica ha intrapreso lo studio del liuto con Andrea Damiani al Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma, dove si è diplomato col massimo dei voti. Ha successivamente conseguito il diploma di Master su Tiorba e Chitarra barocca con il massimo dei voti presso la “Staatliche Hochschule für Musik” di Trossingen, sotto la guida di Rolf Lislevand. Simone VallerotondaSi è laureato in Filosofia col massimo dei voti presso l’Università “Tor Vergata” di Roma e si è specializzato in Estetica col massimo dei voti e la lode, dedicandosi ai rapporti tra la musica del ‘700 e i Philosophes. Nel 2011 è risultato miglior classificato, nella sezione solisti, al Concorso Nazionale di Liuto “Maurizio Pratola” e, nello stesso anno, vincitore, con il “Duo B.L.U.” del concorso REMA (Rèseau Européen de Musique Ancienne). Ha suonato in importanti festivals tra cui: Festival Internazionale di Musica Antica di Urbino, Innsbrucker Festwochen der Alten Musik, Sferisterio Opera Festival, Lufthansa Festival of Baroque Music di Londra, Settimane Musicali di Stresa, Ravenna Festival, Festival di Beaune, Festival Ambronay, Festival di Ribeauvillé, Musikefestspiele Potsdam, Festival di Bruges, Festival di Utrecht, Festival Hactus Humanus Danzig, Festival OperaRara Kracow, Poznan Festival Baroque e presso prestigiose sale da concerto e teatri come la Wigmore Hall di Londra, Vlamsee Opera di Gent e Anversa, il Teatro Municipal de Santiago del Chile, l’Accademia Nazionale “S. Cecilia” di Roma, Casa da Musica di Oporto, la Herkulessal di Monaco, l’Accademia Filarmonica Romana, l’Aula Magna dell’Università “La Sapienza” di Roma, il Theater an der Wien. Ha registrato per importanti emittenti radio e televisive quali: RAI, ABC, BBC, Mezzo, France Musique, Radio4, Arte, Polskie Radio, Kulturradio, RSI, Radio Classica, Radio Vaticana e ha inciso per Naïve, Sony, Erato, EMI, Decca, Amadeus, Brilliant, Aparthé, E Lucevan Le Stelle Records, Arcana Outhere Music. Oltre alla sua attività di solista, collabora come continuista con vari ensembles tra cui: Modo Antiquo, Les Ambassadeurs, Imaginarium Ensemble, Mare Nostrum, Il Pomo d’Oro. Aperto alla sperimentazione e a nuovi linguaggi collabora con l’ensemble Soqquadro Italiano. Nel 2014 fonda “I Bassifondi”, ensemble con cui propone il repertorio per Chitarra, Tiorba e Liuto del ‘600 e ‘700 con il basso continuo.
 


PERNOTTAMENTO CONSIGLIATO:

Da Gianni Room and Breakfast